I Tacchi, altari d’Ogliastra

By simone

L’Ogliastra è l’area con la maggior presenza di queste affascinanti alture e conformazioni geologiche tanto che ne sono diventate uno dei simboli, luoghi di attrazione e interesse turistico, naturalistico, sportivo.

I bellissimi Tacchi di Jerzu e Ulassai.
I bellissimi Tacchi di Jerzu e Ulassai, dalla SP13 Jerzu – Perdasdefogu.
Perda Liana, uno dei Tacchi per eccellenza ed importantissimo simbolo e monumento naturale.
Perda Liana, uno dei Tacchi per eccellenza ed importantissimo simbolo e monumento naturale.

I Tacchi, detti anche Tòneri, sono caratteristici altopiani la cui roccia è formata da calcare e dolomia sedimentaria, cosa che in molti casi permette vari fenomeni carsici anche di una certa rilevanza, come la grotta di Su Marmuri (Ulassai); hanno dimensioni e conformazioni varie, anche a seconda della varietà geologica delle aree che li circondano e generalmente vedono pareti molto scoscese o verticali di nuda roccia ed una maestosa macchia che li circonda e li abbelisce nella sommità piana.

Il Tacco di Monte Tacchixeddu, 720 mt. s.l.m. in Comune di Tertenia, visto da ovest presso il Parco Eolico di Ulassai.
Il Tacco di Monte Tacchixeddu, 720 mt. s.l.m. in Comune di Tertenia, visto da ovest presso il Parco Eolico di Ulassai.
Il Montarbu con il Tacco del Tonneri ed il suo bastione più alto, Pizzu Margiani Pobusa (vedetta a 1.300 mt.).
Il Montarbu con il Tacco del Tonneri ed il suo bastione più alto, Pizzu Margiani Pobusa (vedetta a 1.300 mt.).
Taquisara, il maestoso gruppo di Tacchi che domina la valle del Riu Isara (Gairo); la cima più elevata è Bruncu Mattedi (1.066 mt.).
Taquisara, il maestoso gruppo di Tacchi che domina la valle del Riu Isara (Gairo); la cima più elevata è Bruncu Mattedi (1.066 mt.).
Tramonto sul Taccu su Accara, Ulassai.
Tramonto sul Taccu su Accara, Ulassai.
Gairo Vecchio: vista dei Tacchi di Osini (Bruncu s'Armidda) e Ulassai (Bruncu Matzeu).
Gairo Vecchio: vista dei Tacchi di Osini (Bruncu s’Armidda) e Ulassai (Bruncu Matzeu, la cima più alta del Monte Tisiddu).

Il limite orientale del territorio dei Tacchi ogliastrini è la SS125 Orientale Sarda fra Tertenia e Jerzu e tutto il margine orografico destro della Valle del Pardu, idealmente fino a Genna Filixi e quindi Perda Liana, monumento naturale tra i simboli dell’Isola e punto di transizione verso il massiccio del Gennargentu, al di la del Fiume Flumendosa che col suo corso racchiude in pratica tutta l’area dei Tacchi d’Ogliastra.

Il Monte Arbu di Tertenia (842 mt. s.l.m.) dal versante occidentale.
Il Tacco di Monte Arbu (Tertenia, 842 mt. s.l.m.) dal versante occidentale e le pale del Parco Eolico di Ulassai.
Vista dal Nuraghe Ardasai del complesso del Monte Tonneri e di Perda Liana.
Vista dal Nuraghe Ardasai del complesso del Monte Tonneri e di Perda Liana.

I Tacchi ogliastrini, oltre che essere spesso una cornice paesaggistica spostandosi sul territorio, sono raggiungibili e visitabili tramite una fittissima rete di sentieri completamente immersa nella natura più selvaggia ed incontaminata; ogni Tacco ha la sua peculiarità da mostrare al visitatore, sia essa naturalistica, turistico/sportiva, archeologica o quant’altro.

Il gruppo di Tacchi di Punta Corongiu (1.009 mt.), Monte Longu (964 mt.) e Pitzu de Gedili (910 mt.), in territorio di Ulassai.
Il gruppo di Tacchi di Punta Corongiu (1.009 mt.), Monte Longu (964 mt.) e Pitzu de Gedili (910 mt.), in territorio di Jerzu.
Su Pitzu de Porcu 'e Ludu, bellissimo Tacco di Jerzu.
Su Pitzu de Porcu ‘e Ludu, bellissimo Tacco di Jerzu.
This entry was posted in Luoghi, Paesaggi e natura, Tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *