Bosa

Bosa, vista d’insieme del paese e del Castello dei Malaspina (o di Serravalle) che domina dal colle.

Bosa è un caratteristico paese sulla costa della Planargia (sub-regione centro occidentale della Sardegna) che si sviluppa sulle sponde del Fiume Temo poco prima che questo sfoci in mare; si crede che il sito potesse essere già un insediamento di una certa rilevanza in epoca punica e durante il periodo aragonese assunse il rango di città, mantenuto ancora oggi. Oltre la bellezza del centro storico caratterizzata dalle strette viuzze e dai bai palazzi, è molto importante la presenza del Castello dei Malaspina o di Serravalle (XII-XIII secolo DC) costruito sul colle che domina il paese; sulla riva sinistra del Temo troviamo i numerosi edifici delle concerie (Sas Conzas) che edificati a partire dal 1.700 hanno definitivamente smesso le loro attività nel 1962 e recentemente sono diventate importanti esempi di architettura industriale e messi sotto tutela; attorno all’estuario del Fiume Temo, sorvegliato dalla Torre aragonese, è stato poi costruito il porticciolo ed il borgo di Bosa Marina, caratterizzato da una lunghissima e ampia spiaggia.

Il Fiume Temo e la parte iniziale del centro storico; sullo sfondo il Castello e a destra il Ponte Vecchio.
Sas Conzas, gli edifici delle vecchie concerie.
Il Fiume Temo, unico fiume navigabile della Sardegna per circa 6 chilometri.