Nuraghe Nercone (ruderi, Talana)

Quello che rimane del Nuraghe Nercone, testimonia comunque un complesso di costruzioni articolato anche se non si distingue l’arcaico dalle costruzioni d’epoca storica.

Merita credo più la campagna di Talana, in cui sono inseriti i ruderi di questo Nuraghe, che i ruderi stessi; pochi massi addossati a un gruppo roccioso molto scenografico, diversi recinti in realtà di epoca storica e come detto un agro talanese stupendo, terra di confine dell’Ogliastra occidentale dopo la quale iniziano i panorami propri del Gennargentu.

Numerosi resti di costruzioni in blocchi a secco avanti il Nuraghe Nercone, danno l’idea di un complesso abitativo attorno al Nuraghe.

Dalla vecchia SS389 al km 161 si imbocca un’asfalto che mena a Talana (non segnalato), passa il ponte sul Riu Bau Mela e poi dopo 4 chilometri una svolta a sinistra dirige al Nuraghe Nercone, al suo simile Nercone II e a ruderi di un paio di Tombe dei Giganti.

La campagna di Talana fra piccole radure e boschi di leccio. Sullo sfondo i Monti del Gennargentu.