Stagno di Casaraccio (Stintino)

Sa Zente Arrubia“, così sono chiamati i fenicotteri in sardo. Lo Stagno di Casaraccio vede la loro presenza specialmente nei periodi migratori, insieme ad aironi e cormorani.

A pochi chilometri a sud di Stintino, separato a est da un lembo di terra che lo separa dal mare, troviamo questo ampio stagno salmastro, oasi naturale permanente e Sito di Importanza Comunitaria poichè meta di molti uccelli durante le migrazioni e i periodi di riproduzione.

Stagno di Casaraccio. Essendo un’area salmastra la vegetazione nelle immediate prossimità dello stesso sono canneti, tamerici e altre piante con elevata tolleranza alla salinità.