Archeologia: vestigia pre-nuragiche e nuragiche.

Cosa rende ancor più speciale la Sardegna, oltre al suo splendido paesaggio fra mare e terra e la natura avvolgente di gran parte del suo territorio? Ovviamente la storia dell’uomo che l’ha colonizzata fin da quando erano ancora attivi i vulcani sardi dell’ultimo ciclo vulcanico dell’Isola nel tardo Pleistocene, perchè a quest’epoca sembrano poter essere datati i resti dell’ominide ribattezzato Nur, dubitativamente pre-neanderthaliano e i cui resti sono stati rinvenuti in grotta presso il paese di Cheremule, datati più di 200.000 anni dal presente. Ma le popolazioni che sono indissolubilmente legate alla Sardegna sono le genti pre-nuragiche ed ancor più quelle nuragiche, le cui importanti ed emblematiche vestigia sono ancor oggi disseminate dappertutto nel territorio.
Di seguito le due sezioni dedicate all’archeologia pre-nuragica e nuragica.